6. Prepararsi ai primi esercizi

Prima di partire, vorrei dirti un paio di cose sugli esercizi di Scrittura Creativa.

La prima è che non tutti gli stimoli funzionano su tutti. Io proverò a dartene il più possibile proprio per farti comprendere quali sono quelli che funzionano meglio su di te.

Ti consiglio di farli anche quando la traccia non ti convince. Tu falli, perché potresti scoprire solo iniziando a scrivere che vengono fuori spunti interessanti a cui non avevi pensato. Potrebbe anche succedere il contrario, cioè che da uno spunto che sembrava interessante non venga fuori nulla che ti soddisfi.

La seconda è che è normale che ci siano esercizi che non ti riescono, che non ti danno alcuna ispirazione, o semplicemente che non ti piacciono.

Cerca di capire quali sono gli input che funzionano meglio su di te e lavora soprattutto su di quelli, immaginane anche delle varianti, aggiungi o togli dettagli tutte le volte che lo ritieni opportuno.

Potrebbe esserci un approccio differente a seconda del tuo livello di scrittura, talvolta io propongo Laboratori divisi per esperienza. I primi esercizi che ti propongo sono adatti a tutti, e li consiglio anche a chi si sente ad un livello più avanzato. Andremo in modo progressivo alzando gradualmente la difficoltà.

Un’ultima cosa: nonostante gli esercizi che ti propongo siano scelti proprio per la loro semplicità, inizialmente potresti sentirti più in difficoltà. Non ti arrendere subito.

Scrivere è un processo che va allenato come un muscolo, e la Scrittura Creativa è come una palestra.

Nessuno pretende di alzare 100 kg col bilanciere sulla panca piana il primo giorno di palestra. Ci vuole pazienza, un passo alla volta.

L’ultimo consiglio che ti posso dare prima di iniziare è: scrivi! Qualsiasi domanda tu ti stia ancora facendo la risposta è: non importa, tu scrivi!

Non c’è niente di speciale nella scrittura. Devi solo sederti davanti alla macchina da scrivere e metterti a sanguinare”. (Hemingway)

#IORESTOACASA COL BIANCONIGLIO