Laboratorio di Poesia

Che cos’è la poesia? Come si fa? A cosa serve? E a cosa i poeti?
Probabilmente ce lo siamo chiesti tutti, almeno una volta, rincorrendo fantomatiche risposte, con la sensazione di non arrivare mai ad una definizione assoluta.

 

Ciò accade perché essa evolve continuamente, adeguando la propria forma al tempo che abita: quanto più abbiamo provato a rispondere agli interrogativi, tanto più in epoca moderna e contemporanea la scrittura in versi si è appropriata del dinamismo che l’ha resa viva e versatile, nonostante le radici antiche che si pensava potessero appesantirla.
Il quesito successiva allora potrebbe essere: in quali nuovi modi si può scrivere poesia oggi?

 

Il potenziale di questa domanda sta nell’idea che l’atto poetico sia un’urgenza attuale (di adesso e non di ieri!) e nasca dall’intersezione tra le cose: il soggettivo e l’universale, la tradizione e l’avanguardia, con l’unica pretesa di indagare le diverse esigenze espressive.
E’ qui che vorrei ci soffermassimo: sull’intrinseca attitudine della poesia a generare nuove possibilità!

Il Laboratorio

Attraverso una breve introduzione sull’evoluzione della poesia, metteremo a fuoco che i componimenti vanno sì letti e imitati, ma soprattutto rimaneggiati per poter rinnovare il panorama poetico. Questa è una esigenza umana che non si estingue mai!

 

Insieme proveremo a manipolare gli elementi della scrittura tradizionale, tra cui la metrica, la punteggiatura e soprattutto il verso (o modulo ritmico), fino a scoprirne le potenzialità di oggi. Ispirati da autori contemporanei come Patrizia Valduga, Magrelli o Milo de Angelis, il verso sciolto costituirà il punto di snodo per aprire a riflessioni sulle tecniche di scrittura odierne, come la neometrica degli anni ‘90 o la più sperimentale metasemantica, in cui si abbandonano il senso e la struttura grammaticale classica, per veicolare il pensiero attraverso il suono e il gioco di parole.

 

La punteggiatura anglosassone sarà invece il trampolino di lancio per esplorare la tecnica del cumminsgramma, che conferisce al testo poetico una vera e propria tridimensionalità, come già faceva Giulia Niccolai negli anni ‘60 accarezzando poesia visuale e nonsense, sfruttando la dimensione grafica e spaziale, ad oggi importantissima in quanto anche la poesia scritta reclama maggiore mobilità sul foglio di carta. Andando pian piano a destrutturare la poesia, rompendo con la tradizione e recuperando laddove necessario vecchie formule ed espedienti, proveremo a contribuire all’evoluzione della poetica di oggi. Lo scopo è quello di indagare cosa essa sia per noi, vivendola di volta in volta attraverso nuove lenti: gli input creativi!


Fantasia e pensiero collaterale saranno il motore per permetterci di liberare le potenzialità già presenti nelle penne di ciascuno di noi attraverso confronto e contaminazione.

🥕 Durata e percorso

Un incontro settimanale di 2 ore, per 8 settimane, ogni mercoledì dalle 20.00 alle 22.00, a partire dal 6 aprile 2022.

 

Open Day: mercoledì 30 marzo 2022

🥕 A chi è rivolto?

Il Laboratorio è aperto a tutti e non ci sono requisiti minimi per partecipare! 

Bio 

Rachele Ricucci

Classe 1990, laureanda in giurisprudenza, da sempre appassionata di poesia e, più di recente, di poesia performativa.
Pubblica in alcune riviste di poesia tra cui Il Visionario Poesia e Poetry Factory ed è inclusa nelle menzioni speciali dell’Accademia di Semiotica e Significazione di Roma con il brano “Irene”.  Nel 2019 vince un contest di Poetry Slam a Pisa, e nel 2020 pubblica Vandalica, un’antologia poetica insieme ad altri 11 artisti emergenti. Nel 2021 organizza un Laboratorio di Poesia, esperienza doppiata lo stesso anno. Su Instagram è “Bismylla”, pagina nella quale condivide i suoi versi.

Iscriviti all'Open Day

L’Open Day è un evento gratuito di presentazione. La durata è di un'ora circa. Il Green Pass è obbligatorio. Per iscriverti, compila il form qui sotto

Domande frequenti

QUALE MATERIALE SI USA?

Carta e penna.

Posso scrivere al computer?

No, sei nel posto sbagliato. 

Quali sono gli argomenti?

LA SCRITTURA AUTOMATICA (KARDEC E YEATS);
DADA E NONSENSE (TRISTAN TZARA, DUCHAMP);
LETTRISMO ED I.L. (ISIDOURE ISOU);
SITUAZIONISMO (DEBORD);
AVANGUARDIE (FLUXUS, BAUHAUS, CO.BR.A)
FUTURISMO (MARINETTI);
BEAT GENERATION; LA PROSA SPONOTANEA (JACK KERUOAC);
IL “CUT-UP” (WILLIAM BURROUGHS);
ESERCIZI DI STILE E RETORICA (CICERONE, ERASMO, QUENEAU, ECO);
REALISMO MAGICO (MARQUEZ, KAFKA, BUZZATI);
IL VIAGGIO DELL’EROE (VOGLER);
L’EROE DAI MILLE VOLTI (CAMPBELL);
FANTASCIENZA (ASIMOV E BRADBURY);
CYBERPUNK (GIBSON, STERLING, PK DICK);
POSTMODERNO (DELILLO, PYNCHON)
PULP: (BUKOWSKI, PALAHNIUK);
EROS (DE SADE, MILLER, NABOKOV);
UTOPIE (PLATONE, CAMPANELLA, T. MORE);
DISTOPIE (ORWELL, HUXLEY);
I POETI MALEDETTI (BAUDALAIRE, RIMBAUD, MALLARMÈ, VERLAINE)
E POI:
IL FUMETTO;
IL CINEMA;
LA SCENEGGIATURA;
IL TEATRO;
IL PROGETTO ARTISTICO;
LO SCRITTORE COME OSSERVATORE;
GLI STIMOLI SENSORIALI;
IL PENSIERO MAGICO;
ESERCIZI LIBERI DI SCRITTURA CREATIVA;
IL BLANK VERSE;
IL PARADOSSO;
L’ASSURDO;
I CLASSICI;
LA STRUTTURA DEL RACCONTO;
LE PAROLE GIUSTE;
LESS IS MORE;
CANCELLAZIONE;
REVISIONE;
COMPRESSIONE ED ESPANSIONE;
I PROGETTI EDITORIALI

Posso effettuare una prova?

Negli incontri di presentazione (Open Day)  puoi conoscere noi ed i nostri Laboratori gratuitamente. 

Se non ci sono OpenDay in programma e se non sei sicuro che il format possa piacerti, prova a frequentare un incontro singolo.

E se non sono all'altezza?

Si può scrivere anche solo per il piacere di scrivere. Non sentirti mai “non all’altezza”, accetta piuttosto di metterti alla prova: i nostri consigli ti aiuteranno sicuramente a migliorare!

C'è un limite d'età?

In genere lavoriamo con ragazzi ed adulti. In passato abbiamo sperimentato anche classi divise per fasce d’età, ma alla fine ci siamo resi conto che nella scrittura le differenze d’età non sono mai un limite, per cui ci siamo abituati a lavorare in Laboratori misti, aperti a tutti.

Posso frequentare una tantum?

Sì! Il format prevede incontri tematici, ma se vuoi puoi anche partecipare liberamente quando vuoi. 

Posso recuperare un giorno perso?

Se acquisti un pacchetto mensile hai sempre a disposizione 4 incontri (entro la fine del trimestre). Gli incontri persi nel pacchetto trimestrale non possono essere recuperati. 

Qual è la risposta alla domanda fondamentale sulla vita, l'universo e tutto quanto?

42, per quel che ci è dato sapere.

Acquista

Metà

Include 4 incontri da 2 ore

Scegli successivamente se completare il percorso*

69 €

 *la seconda metà ha lo stesso costo della prima

Completo

Include 8 incontri da 2 ore

Miglior scelta ✔️

129 €

#IORESTOACASA CON IL BIANCONIGLIO