valentina antoniani

Bio

Molisana di nascita, Valentina vive a Bologna dove lavora come ingegnere strutturista. Si può definire un’ottimista, dal momento che acquista molti più libri di quanti riesca a leggere.

Che cos’è per te «Leggere fratture esposte»?

Un viaggio nelle multiformi crepe dell’animo umano (e non). Una meravigliosa opportunità di creazione, condivisione e stimolo. La scoperta che immaginare storie è un magnifico modo di riappropriarsi del tempo.

Social
il libro
«Ci sono fratture che nascono in silenzio. A volte restano nascoste, sepolte sotto la coperta calda delle certezze. Ma cosa succede se questa coperta si lacera? Succede che niente è più come prima».

Terza opera nata nei Laboratori del BianconiglioLab, contiene 10 racconti inediti (265 pp). Introduzione a cura di Gianluca Morozzi